Indice News            L'Istituto Nazionale di Agopuntura del Viet Nam

                         Il Professor Nguyen Tai Thu


L'Istituto di Agopuntura ad HanoiL'Istituto di Agopuntura del Vietnam e Ospedale di Medicina Tradizionale è stato istituito nel 1982 e dipende dal Ministero della Salute del Viet Nam.
Compendia 17 facoltà e occupa quasi 250 persone tra personale medico, infermieristico, tecnico e vario. Le sue principali funzioni sono:
-consultazione e trattamento dei pazienti (con particolare riguardo ai pazienti terminali)
-ricerca scientifica sui meccanismi dell'agopuntura e possibilità di modernizzazione
-insegnamento e formazione di agopuntori per le città e le province
-pubblicazioni scientifiche sull'agopuntura
-cooperazione internazionale sulle esperienze di ricerca sull'agopuntura
Al suo interno, oltre le malattie correnti, vengono trattate malattie di difficile cura quali:
-emiplegie (cause vasculo-cerebrali)
-paraplegie
-paralisi totale (cause: encefalite, meningite...)
-paralisi facciale
-perdita della vista (causa: atrofia del nervo ottico)
-sordomutismo
-obesità
-e altre

L'Istituto utilizza giornalmente l'analgesia agopunturale nei dipartimenti di chirurgia in più di 60 tipi di intervento, compresi grandi operazioni come gastrectomia, laringectomia, lobectomia........
Il Prof. Tai Thu in visita al Centro Gigi Ghirotti con il Prof. EnriquetDispone di 200 letti di internato e 150 letti d'esternato occupati da 400-550 pazienti al giorno.

Nell'Istituto è stata creata una sezione speciale dove si trattano i pazienti internazionali, dove le camere sono equipaggiate con mezzi di vita e trattamento su standard internazionale.

Tutte le attività dell'Istituto sono poste sotto la direzione del professor NGUYEN TAI THU, Medico del popolo. Presidente dell'Associazione d'Agopuntura del Vietnam, Vice Presidente dell'Associazione di Medicina Tradizionale del Vietnam, Membro dell'Accademia Medica del Vietnam, Membro del Comitato Esecutivo della Federazione delle Società Mondiale di Agopuntura (WFAS), Presidente dell'Associazione di Aiuto dei Bambini Handicappati del Vietnam.


Il ministro della Salute, dopo un viaggio in Cina, si è convinto che la medicina tradizionale cinese e l'agopuntura, non solo sono interessanti, ma da praticare in Italia. Che ci sia questa apertura verso altre medicine, considerate "alternative", non può che farci piacere: noi ci battiamo da sempre affinché alcune pratiche non convenzionali (come l'agopuntura, l'omeopatia), vengano riconosciute ufficialmente. Alcune Regioni l'hanno già fatto da tempo e molti ambulatori pubblici agiscono di conseguenza. Vedremo cosa accadrà con l'agopuntura. Ma c'è da scommettere che il futuro arrivo di milioni di turisti cinesi faciliterà molte cose.
(la Repubblica SALUTE - Giovedì 16 settembre 2004)


indice news